Come salvare il trasporto pubblico a Roma?


Ricevo e pubblico una ricetta per salvare il trasporto pubblico della Capitale: "A Roma - una volta che un privato avrà "ottimizzato" l'azienda - si deve fare così" - Alcune idee sono interessanti, eccellente è la partecipazione degli utenti. Continuiamo la catena, aggiungi un tuo commento



A Roma - una volta che un privato avrà "ottimizzato" l'azienda - si deve fare così:

  • ridurre il costo del Metrebus dandone ampia diffusione al pubblico; obiettivo: incentivare l'acquisto di titoli a lunga scadenza;
  • ampliare la possibilità di pagare il titolo di viaggio in forma dematerializzata (smartphone); obiettivo: permettere alla maggior parte degli utenti di essere in regola;
  • dotare le fermate principali di emettitrici di biglietti (es.: piazza Venezia);
  • aumentare il costo della sanzione a chi è sprovvisto di titolo (ad es. 500€);
  • aumentare i controlli random su tutte le linee.

Roma non è Parigi o Londra (dove il bus è usato marginalmente), non è Bruxelles o Bordeaux (dove non ci sono le "masse" di utenti nelle ore di punta.

Il commento nasce dalla richiesta di opinioni a valle della sperimentazione del tornello sugli autobus, dispiace solo che il commento sia anonimo
Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti