Atac, basta attacchi a impiegati-controllori

Una figura che manca totalmente o quasi in Atac è quella del controllore, ma purtroppo pare che non se ne riescano a trovare. Leggete le parole di Eugenio Stanziale segretario generale Filt Cgil e fatevi un'idea



[ Roma daily News ] Roma – “Quello che conta e’ che qualsiasi decisione sia concordata con i lavoratori. Perche’ al centro ci sono sempre loro. Bene quindi che alcuni autisti accettino di diventare controllori part-time, ma no alla strumentalizzazione contro gli amministrativi che hanno risposto negativamente alla chiamata”.

Lo ha detto all’agenzia Dire, il segretario generale Filt Cgil, Eugenio Stanziale a proposito del ‘rifiuto’ di alcuni dipendenti della municipalizzata dei trasporti capitolina di vestire i panni di controllori nei bus e del doppio ruolo di alcuni autisti pronti a fare straordinari per contrastare l’evasione sui mezzi.

“I dipendenti amministrativi- prosegue il sindacalista- possono aderire allo spostamento ma solo su base volontaria, quindi il diniego e’ assolutamente nelle loro facolta’. Inoltre, sarebbe il caso di coinvolgere tutti i lavoratori e non sempre gli stessi per portare avanti quella che e’ ormai una moda, ossia l’attacco alla categoria”.

E ancora, “il tema vero e’ quello relativo alla sicurezza: ormai gli autisti sono costantemente vittime della rabbia degli utenti. Chiediamo quindi che l’azienda intervenga fattivamente sulla questione. Formazione autisti? Bene, ma che diventi da subito operativa o si rischia l’ennesimo annuncio che prima che diventi concreto passa un lasso di tempo interminabile”.

Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti