La tratta Roma-Lido sia ceduta e gestita dal Comune

Un dibattito aperto da molti anni concernente le tratte ferroviarie ex concesse di proprietà regionale, ossia Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti, sono state ieri al centro del dibattito al Consiglio Regionale del Lazio



[ Il Faro on Line ] Il M5S nella fattispecie dei Consiglieri Porrello, Novelli, Cacciatore e Lombardi si sono fatti promotori della mozione che vorrebbe la cessione delle tratte regionali a Roma Capitale, in quanto le linee sono parte integrante del sistema della rete ferroviaria regionale, ma sono di fatto gestite dall’Azienda per i Trasporti del Comune di Roma (Atac Spa).


La linea Roma-Lido, lunga 29 chilometri, in particolare è di fatto un rafforzamento per la prima parte del tracciato e diventa poi una vera e propria estensione della metropolitana linea B Rebibbia-Jonio, collegando così il municipio di Ostia al centro della capitale.

Così come la ferrovia Roma-Giardinetti, lunga circa 6 chilometri, che presta servizio esclusivamente urbano all’interno del Comune, e che vede ora il sorpasso con la metro C.

Diversa e più complessa risulta la tratta Roma-Viterbo, in quanto è investita un’altra provincia diversa dalla Capitale. Lunga 102 chilometri, è composta da una tratta a carattere urbano ed una extraurbano. Il tratto urbano ha inizio a Piazzale Flaminio e termina presso la stazione di Montebello.

In attesa dell’approvazione sia la VI Commissione che l’Assessore Alessandri si sono impegnati a valutare la mozione. Il Consigliere Aurigemma ha chiesto una convocazione straordinaria del Consiglio con la presenza in aula dei rappresentati di Roma Capitale e di Atac.


Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti