Ci sono Ansaldo e Ratp nel futuro della Roma-Lido?

Nel futuro della Roma-Lido ci potrebbe essere Ratp, Ansaldo e altre aziende italiane con un project financing al vaglio degli uffici regionali - Solo a me questa notizia pare un Dejavu? 



Radiocolonna ha svelato l’arcano su chi ci fosse dietro a quella “proposta di partenariato pubblico-privato avanzata da un’associazione di imprese per l’affidamento in concessione della progettazione, costruzione e gestione della ex concessa Roma-Lido“ illustrata ieri da una nota della Regione Lazio.

Il Piano Concordatario presentato da Atac nei mesi scorsi escludeva le tre ferrovie ex-concesse – Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Viterbo – in affidamento da parte della Regione Lazio.

“Il Comune di Roma ha preferito liberarsi delle ex concesse per non avere altre grane” confida a Radiocolonna una fonte della Regione Lazio.

L’avviso pubblico presentato ieri dalla Regione Lazio prevede un affidamento di 9 anni delle 3 linee. Un’imposizione comunitaria che prevede “almeno un anno prima dell’aggiudicazione del nuovo contratto di servizio la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea di un avviso con informazioni puntuali rivolte a tutti i soggetti interessati all’aggiudicazione”.

Ma la regione guidata da Nicola Zingaretti ha anche specificato che è in esame una proposta di partenariato pubblico-privato avanzata da un’associazione di imprese per la Roma-Lido.


Per l’appunto la proposta di project financing presentata dai francesi di Ratp Dev che in varie occasioni a Radiocolonna hanno spiegato il proprio interesse per la linea che collega Roma a Ostia. Una proposta che, fanno sapere le fonti della Regione Lazio, riguarderebbe anche “Ansaldo e altri soggetti italiani leader nel settore dei trasporti”.

Tutte queste realtà hanno costruito un’associazione temporanea d’impresa e hanno perfezionato la propria proposta che ora è al vaglio degli uffici regionali.

Se la decisione degli uffici dovesse giudicare positivamente la proposta, ci sarebbe uno spacchettamento e due gare diverse: una per la Roma-Giardinetti e la Roma-Viterbo e una per la Roma-Lido.

Anche in presenza di un project financing l’ente pubblico è comunque tenuto a fare una gara, Ratp e Ansaldo avrebbero un diritto di prelazione ma senza escludere che altri soggetti – Atac e Ferrovie per esempio – possano partecipare presentando una controproposta.



Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti