Manutenzione bus Atac, 140 licenziati: "Meleo ci dia risposte"


Nonostante le continue sollecitazioni, l'assessora alla Mobilità Linda Meleo non ci ha fornito alcuna informazione sul futuro di questi lavoratori e su come venga svolto, oggi, questo servizio". La denuncia arriva dall'Unione sindacale di base che venerdì scorso ha manifestato davanti alla sede del deposito Atac di Tor Sapienza insieme ai 140 lavoratori Corpa licenziati all'inizio del marzo scorso in quanto l'azienda che si occupava di assistenza su strada e recupero dei mezzi per conto della municipalizzata ha deciso di non rinnovare la proroga dell'appalto



Da Roma Today "Nonostante le continue sollecitazioni, l'assessora alla Mobilità Linda Meleo non ci ha fornito alcuna informazione sul futuro di questi lavoratori e su come venga svolto, oggi, questo servizio". La denuncia arriva dall'Unione sindacale di base che venerdì scorso ha manifestato davanti alla sede del deposito Atac di Tor Sapienza insieme ai 140 lavoratori Corpa licenziati all'inizio del marzo scorso in quanto l'azienda che si occupava di assistenza su strada e recupero dei mezzi per conto della municipalizzata ha deciso di non rinnovare la proroga dell'appalto. 

"L'interruzione dell'appalto" secondo quanto denuncia Fabiola Bravi, sindacalista Usb "sta avendo pesanti sul servizio di trasporto in quanto molte delle vetture che prima potevano essere riparate su strada ora sono costrette a tornare in deposito". Secondo numeri forniti da Usb "Atac dispone di un parco macchine di circa 1920 vetture. Di media i bus che riescono ad uscire giornalmente dai depositi sono circa 1.000". Dopo l'interruzione delle attività di manutenzione e recupero un tempo svolte da Corpa "a distanza di oltre un mese, circa 500 vetture rientrano nei depositi per mancata manutenzione". Per Usb il servizio potrebbe essere subito ripristinato impiegando i "140 operai specializzati che da 15 anni svolgono queste mansioni per Atac".

Il consigliere di Sinistra per Roma, Stefano Fassina, venerdì è entrato nel deposito di Tor Sapienza insieme ad un delegato Usb: "Ci è stato spiegato dai responsabili che in questa prima fase Atac sta sopperendo con risorse interne. Gli interventi su strada sono affidati a due mezzi dell'azienda contro i 9 messi in campo precedentemente da Corpa" ha spiegato il consigliere a Romatoday. " Al momento c'è questa sorta di supplenza ma il problema di come Atac intenda far fronte a questa situazione in futuro rimane senza risposta. Insieme ad altri consiglieri dell'opposizione del Pd e di Fdi, ho chiesto al presidente della commissione capitolina Mobilità, Enrico Stefàno, di programmare una convocazione sul tema ma, contrariamente a quanto previsto dal regolamento dell'Assemblea capitolina in caso di richiesta avanzata da più di quattro consiglieri, che rende obbligatoria la convocazione entro una settimana, ciò non è avvenuto". Domani, il consiglio straordinario su Atac. 

Interpellata in merito, Atac non ha voluto fornire dettagli sulle attuali modalità di svolgimento del servizio. 



Commenti