Il Sindaco ci racconta Atac


Uno stralcio dell'intervista di Virginia Raggi a Leggo è e non poteva essere altrimenti, su Atac: Da Fico sull'85, alla situazione attuale, al Concordato ed in ultimo il Referndum di Giugno




[ Leggo ] Il presidente Fico a Montecitorio in bus. La preoccupa vista l’inefficienza dell’Atac? O pensa che tra poco smette come Marino con la bicicletta?

«La nomina di Roberto Fico è una buona notizia per le istituzioni perché le ha finalmente riportate tra la gente: il presidente della Camera che prende un mezzo pubblico. 

Prima queste storie arrivavano dalla Svezia, dalla Danimarca. 

Ora è realtà in Italia grazie al M5S. Quanto all’Atac anche Roberto vuole che resti pubblica e fa il tifo per noi che la stiamo risanando.

In un anno e mezzo abbiamo messo in strada quasi 300 mezzi in più».

Non si notano molto. 

«Sono ancora pochi ma abbiamo invertito la rotta. E ne arriveranno altri 600 nuovi».

A proposito, il concordato sull’Atac è a rischio e a giugno c’è il referendum sulla privatizzazione. Non teme che scoppi una bomba sociale? 

«L’azienda silenziosamente e con impegno sta lavorando per il risanamento e il rilancio del trasporto pubblico. Sono fiduciosa. 

Io non voglio che ci siano linea di serie A per il centro e linee di serie B per le periferie. Per me Roma è una».

Commenti