Un mezzo per ogni tipo di percorso


Tram o metropolitana: quale la scelta migliore? Non lasciamoci trascinare in queste trappole, modalità diverse hanno ognuna il proprio campo di applicazione, non esiste meglio questo o meglio quello.




Di Roberto Donzelli 

Comunque: a parte la trazione elettrica, il filobus è esattamente la stessa cosa dell'autobus, quanto a capacità di trasporto e possibilità di proteggere per davvero il percorso. 

Il filobus può essere integrativo del tram, ma giammai sostitutivo. 

Poi dipende dal percorso. Per l'80 sono improponibili sia il tram che l'autobus, il filobus è una scelta obbligata. Diciamo anche che con l'evoluzione della tecnologia la fascia di confine fra tram e filobus si sta spostando nettamente verso il tram, e anche la parte in sovrapposizione è meno ampia di una volta.

Altri esempi: per il 714 le considerazioni dell'articolo, unitamente ad altre, portano alla scelta del filobus (risultati equivalenti, ma costi minori). 

Ma già per Monte Mario, che fino a pochi anni fa era indubitabilmente da filobus, stiamo seriamente considerando il tram. 


Per Corso Rinascimento, già previsto filoviario, Riccardo Pagano sta studiando come fare il tram.

Viceversa, per Monteverde Vecchio, il filobus andrebbe su tutte e tre le diramazioni, mentre il tram coprirebbe un ramo solo: e gli altri due? 

Qui, considerate anche le caratteristiche del percorso per Via Dandolo, sembra preferibile il filobus. 

Quindi funziona come la ben nota diatriba tram/metropolitana: non c'è solo uno dei due, servono entrambi. E con il filobus, servono tutti e tre.

Commenti