San Marino. Riciclaggio “bigliettopoli” romana, il Pf chiede 4 anni e mezzo




Nel processo per l’accusa di riciclaggio dei denari distratti dall’Atac romana, si è celebrata ieri l’udienza conclusiva, cosa sta succedendo?




[ Libertas ] Nel processo per l’accusa di riciclaggio dei denari distratti dall’Atac romana, si è celebrata ieri l’udienza conclusiva. 

E’ stato quindi sentito l’ex direttore di Atac, Antonio Cassano, accusato di avere trasferito e occultato circa 2 milioni ritenuti fondi dell’azienda dei trasporti, attraverso la San Marino Investimenti. 

In Italia è in corso il processo per peculato, per consulenze ritenute dall’accusa inesistenti, del quali, per contro, Cassano sostiene esserci tutta la documentazione. L’ex direttore di Atac ha parlato dei suoi rapporti con l’ex amministratore delegato della municipalizzata romana, Gioacchino Gabbuti, che lo chiamò al suo fianco a Roma.

Il trasferimento dei soldi a San Marino è stato spiegato da Cassano con il fatto che “attorno al 2007 in Italia c’erano turbolenze finanziarie. 

L’ho fatto per convenienza e per una sicurezza in più, anche perché non avevo sicurezza della permanenza nel Consiglio di Amministrazione e ipotizzavo di tornare a fare l’imprenditore”. In sostanza, ha dichiarato l’imputato, risparmi in parte derivanti da una vendita immobiliare.

Il procuratore del Fisco, Roberto Cesarini, richiamando in buona parte anche gli atti del processo italiano, ritiene che emerga dagli atti la responsabilità per autoriciclaggio e ha chiesto la condanna a 4 anni e 6 mesi, 3 mila euro di multa e 1 anno e 6 mesi di interdizione. Oltre alla confisca. 

Il sospetto, secondo la Procura fiscale, è che anche il tentativo di voluntay disclosure mirasse a regolarizzare le somme che si ritengono distratte da Atac. 

Dal canto suo l’imputato ha dichiarato che l’adesione alla voluntary venne fatta su consiglio del proprio commercialista. 

Prossima udienza fissata per il 4 maggio quando toccherà alle arringhe della difesa. Di seguito è attesa la sentenza del giudice Battaglino.

Commenti