Due parole sulla Liberalizzazione del trasporto pubblico



Di Riccardo Pagano

Ma i radicali sull'ATAC non propongono una privatizzazione. 
No! È una liberalizzazione! 

Che a quanto pare per i radicali di +Europa, i promotori del referendum, è la stessa cosa. 

Ma no! Non è una privatizzazione.

FONTE: programma di +Europa

Commenti

Antonio Privitera ha detto…
Il referendum propone una liberalizzazione del servizio, non una privatizzazione per l'ATA, da realizzare mediante una o più gare. Se questa prospettiva riesce a essere da stimolo per fare vero risanamento in ATAC e garantirne la sopravvivenza come azienda pubblica, ben venga.
Ma se questo non succede (ed è molto probabile che non succederà), via libera alla cessione o al fallimento. Il ragionamento mi sembra molto lineare.