Scoop inimmaginabile su Atac!




Vi riveliamo adesso tutti i dettagli del segretissimo piano industriale che ATAC, in collaborazione con il Comune di Roma (unico proprietario) ha intenzione di proporre al gran giurì che deve deciderne le sorti.

Trattasi di grandissimo scoop, 
non di feick nius, 
reggetevi forte.



Martedì 23 Gennaio abbiamo potuto vedere in streaming le difficoltà che i consiglieri comunali hanno avuto nel leggere le pagine del piano industriale pieno di tecnicismi. "Ci sarebbero dovuti essere dei tecnici" affermano alcuni, "gli uffici comunali preposti i dati non hanno avuto il tempo sufficiente per certificare la veridicità delle informazioni", sostengono altri.

Noi facciamo finta di conoscere i numeri del piano industriale e proviamo a giudicare la sostenibilità del progetto di risanamento in base alle 'garanzie apparenti' che la stampa ci ha propinato negli ultimi giorni.

Prolungamento del contratto al 2021


Genialata principe dell'amministrazione è quella di prolungare l'affidamento del servizio di trasporto pubblico ad ATAC dal 2019 fino al 2021 nel tentativo di garantire un futuro all'azienda e convincere i giudici ad accettare il concordato. Peccato che questa abile mossa non è legale ne perfetta:
  • l'autorità antitrust si è già pronunciata negativamente in merito, se la manovra andrà in porto ci saranno multe per ATAC e per Comune di Roma (che pagheremo noi cittadini)
  • le ferrovie concesse (Roma Lido e Roma Civita Viterbo) non possono per legge rientrare in tale affidamento, la manovra è attuabile solo in parte
Nel calderone c'è anche la storia del referendum dei radicali su cui l'amministrazione sta allungando i tempi in attesa che la procedura di concordato inizi a muoversi, e che preferiamo citarla solo a cornice dell quadretto appena descritto

Aumento delle ore di lavoro


Per compensare i debiti di ATAC l'azienda deve tagliare i costi, vendere (o svendere) il patrimonio non utilizzato o non utilizzabile, ma soprattuto PRODURRE DI PIU'. Pertanto annunciare il passaggio dalle 36 alle 39 ore lavorative settimanali dei dipendenti è stata la seconda genialata annunciata al mondo come seconda garanzia da portare ai giudici per convincerli che il concordato è una soluzione percorribile. Peccato che anche in questo caso di problemi irrisolti ce ne sono:
  • il 23% dei lavoratori nell'ultimo scioperdì ha manifestato l'intenzione di non voler lavorare (più di quanto faccia adesso), essendo i dipendenti "i primi creditori" dell'azienda, tale mossa di fatto rende fallimentare il concordato in partenza
  • aumentare la quantità di ore non necessariamente significa aumentare la produttività dell'azienda: anche se hai più lavoratori a disposizione se i mezzi sono indisponibili i km non li fatturi e quindi gli introiti restano invariati

Promessa di milioni di euro in autobus nuovi


La terza grande mossa pubblicitaria per convincere tutti che ATAC ha un grande futuro davanti è quella di promettere un gran acquisto di mezzi nuovi snocciolando numeri su numeri. 
  • La delibera c'è ed è stata votata... la copertura finanziaria è la grande assente.
  • Chi è bravo a fare i conti (vedi gli amici di Odissea Quotidiana) si è accorto che i numeri non tornano: con i soldi che il Comune ha promesso di spendere ci compri il doppio dei mezzi, una cifra investita spropositata anche se nel prezzo ci metti garanzia e\o di manutenzione inclusi. 
Non possiamo che dedurre che i numeri sono fantasiosi come accaduto in più occasioni.

Promessa di nuove assunzioni


Quarta genialata in ordine di tempo, buttata nel calderone ATAC, è l'aumento della forza lavoro con nuove assunzioni. Anche in questo caso dubbi e scopi sono molteplici:
  • convincere, ovviamente, i giudici che ATAC ha un futuro
  • addolcire la pillola delle 39 ore lavorative ai sindacati (nuovi assunti=nuovi tesserati)
  • aumentare il numero di dipendenti con una quota di precari da rimandare a casa non appena il processo di concordato inizia a navigare in acque più tranquille
  • fare propaganda elettorale (siamo sotto elezioni) nella speranza che "laggente" con le fette di prosciutto (salame o mortazza, fate voi) voti i paladini del salvataggio di ATAC
  

Commenti