Atac: Campidoglio, prorogato affidamento in house fino 2021, vediamo di che si tratta



Una buona notizia per chi ha sottoscritto il Referendum dei Radicali sulla liberalizzazione del trasporto pubblico a Roma: Il Comune ha prolungato fino al 3 dicembre 2021  l'affidamento in house ad Atac del servizio di trasporto pubblico locale a Roma - Rivediamo il quesito e leggiamo le prime reazioni



La questione di "liberalizzare" il settore del Trasporto Pubblico nasce normativamente con l'approvazione del Regolamento (CE) N.1370/2007, valido a partire dal 3 dicembre 2019, relativo ai servizi pubblici di trasporto di passeggeri su strada e per ferrovia. 


Il regolamento europeo si pone l'obiettivo di garantire la fornitura di servizi di interesse generale che siano di migliore qualità o offerti a prezzi inferiori a quelli che il semplice gioco delle forze del mercato consentirebbe di fornire: non solo quindi trasporto urbano e metropolitano, ma anche ferroviario e marittimo a livello nazionale. 

In particolare l'articolo 5, relativo all'aggiudicazione dei contratti, disciplina come l'autorità competente deve porsi se intende mettere a gara il servizio con terzi diversi da un operatore interno. 

Già questo fa capire che il regolamento non pone l'obbligo della messa in gara del trasporto pubblico, ma consente alla pubblica amministrazione la prosecuzione della gestione ad un soggetto giuridicamente distinto su cui l’autorità competente a livello locale su cui esercita un controllo analogo a quello che esercita sulle proprie strutture. 

Ciò è valido solo è rispettato il comma 2 dell'articolo 5.

​Da  Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito - Perché non sosterrò il referendum dei Radicali! di TreninoBlu


(ANSA) - ROMA, 4 GEN - Prorogato dal 4 dicembre 2019 fino al 3 dicembre 2021 l'affidamento in house ad Atac del servizio di trasporto pubblico locale a Roma. Lo annuncia il Campidoglio che spiega i contenuti di una delibera di Giunta che peraltro conferma "la rete di vendita e commercializzazione dei titoli di viaggio e l'attività di riscossione e controllo dei biglietti".

"Prosegue, quindi, il piano di risanamento di Atac previsto dal Contratto di servizio aziendale nel rispetto dell'indirizzo espresso dalla Giunta e dall'Assemblea capitolina. Roma Capitale ha intrapreso tutte le opportune azioni per prorogare l'esercizio del servizio in house ad Atac, oltre l'attuale scadenza e per l'intera durata prevista dal piano di rilancio aziendale", spiega l'amministrazione M5S.

To be continued...


Commenti