Nubi sul Concordato Atac

Il Coordinatore Regionale torna a parlare dell’Accordo al Piano Industriale di Atac SpA: “Con una nota ufficiale abbiamo espresso manifesto dissenso” - Con il Concordato si torna indietro di quarant’anni...








Dal sito del Sindacato SUL

Il Coordinatore Regionale Renzo Coppini torna a parlare dell’Accordo Quadro al Piano Industriale di Atac SpA, sottoscritto in Azienda lo scorso 27 novembre, chiarendo, una volte per tutte, la posizione del SULCT-UTL-FAST: 

«Con una nota ufficiale abbiamo espresso manifesto dissenso a quest’accordo e abbiamo predisposto un modello, dove il dipendente, nostro iscritto, chiede all’Azienda la non applicazione dello stesso. 

È partita la nostra battaglia, contro questa ennesima imposizione, la quale ci porta indietro di quarant’anni: nel lontano 1983, infatti, si concordò la riduzione del lavoro, da 39 ore, prevista dal Contratto Nazionale del 1976, a 37 ore settimanali, e questo perché avevano compreso, e riconosciuto, le difficoltà degli Autoferrotranvieri romani».

Commenti