Il non funzionamento della Metro B


Da un paio di mesi almeno la Metro B ha tempi da teno regionale o anche peggio e la cosa che ci fa poco sperare è la non comunicazione dei motivi di questa situazione - Il punto di vista degli utenti







Da un paio di mesi almeno la Metro B ha tempi da teno regionale o anche peggio e la cosa che ci fa poco sperare è la non comunicazione dei motivi di questa situazione.


Se non ci stupiamo per Atac, che va avanti facendo finta di nulla - l'unica informazione che viene passata agli utenti (che sarebbero quelli che pagano) è che ci sono un numero di treni inferiori al programmato, abbiamo qualche perplessità sulla trasparenza (a parole) della Giunta. Questa richiesta era già stata fatta, ma senza risposte, tempo fa e non solo sulla Metro B.

Per approfondire: La Metro B, un treno regionale nel cuore di Roma

Per vedere cosa sta succedendo vi propongo qualche pensiero (ed immagine) degli utenti della metro. Poi ognuno resti della sua opinione.


Questo è quello che mi piace dell'uso che facciamo di twitter, facciamo girare le informazioni in maniera veloce, sicuramente più dei treni che prendiamo.

La Metro non funziona? Questo è ciò che noi sappiamo

Ma andiamo avanti, questa è l'attesa di oggi della Metro B


La morale del discorso è, come al solito, lasciata agli utenti


Ma io Roma non ho intenzione di lasciarla, almeno in questa vita

Commenti

Anonimo ha detto…
Io invece lascio definitivamente questa città cadavere il prossimo anno.... buona fortuna a voi che rimanete.
ROMa è diretta verso un medioevo di carenze e sofferenze indicibili.
Andrea romalido ha detto…
Nooo io non ci riesco, sono innamorato di questa città. Nonostante tutto...
Anonimo ha detto…
Sì vabbè eccolo che è arrivato... "Sofferenze e carenze indicibili" che regneranno solo nella tua testa semmai!!
Andrea romalido ha detto…
Vabbè forse si riferiva al trasporto beati... pubblico romano...
Anonimo ha detto…
C'ho provato tante volte e ormai non sono più un ragazzino, per cui l'uomo saggio sa quando è ora di lasciar perdere tutto e ricominciare altrove se arrivano delle possibilità di crescita.
L'ostinazione consentirebbe di perdere solo ulteriore tempo, vera moneta inestimabile.
Ammiro, stimo e apprezzo chi tenta di portare avanti testate giornalistiche, blog, semplici condivisioni, di fatti espliciti, di denuncia.....ma ormai penso servano a poco.
Un saluto speciale al fenomeno delle 23:23.

Grazie Andrea :-)