Tavolo Roma - Cosa è previsto per la mobilità?

Ieri il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha pubblicato le proposte contenute nel "Tavolo Roma", presentato lo scorso 23 novembre alla presenza di Virginia Raggi, sindaco di Roma e della Città Metropolitana di Roma, e Nicola Zingaretti, governatore del Lazio. Tra queste ci sono anche alcune proposte sulla mobilità; analizziamole insieme!







Ieri il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha pubblicato le proposte contenute nel "Tavolo Roma", presentato lo scorso 23 novembre ad un incontro congiunto con Virginia Raggi e Nicola Zingaretti. Tra queste ci sono anche alcune proposte sulla mobilità; vediamole insieme!

Nuovi Autobus

Saranno investiti 200 milioni di euro per acquistare 520 nuovi mezzi ad alimentazione diesel Euro 6, metano e ibrida.
Bisogna innanzitutto specificare che con 200 milioni di Euro si potrebbero acquistare circa un migliaio di vetture da 12 metri (costo: circa 200mila € l'uno) e non solamente 520, come si evince dal piano del Ministro Calenda. Inoltre sarà necessario acquistare un centinaio di bus corti da 9 metri ed un altro centinaio di bus snodati lunghi 18 metri, da impiegare per potenziare le linee già servite con questa tipologia di mezzi e da impiegare sulle linee ad alta affluenza che però ad oggi non sono servite con bus snodati. Quindi, secondo i nostri calcoli, si potrebbero acquistare, oltre alle 100 vetture da 9 metri ed alle 100 da 18 metri, circa 800 vetture standard lunghe 12 metri. Insomma, un investimento che permetterebbe di migliorare in modo consistente la qualità del servizio di superficie.




Nodi di Scambio

Saranno investiti 20 milioni di euro per la realizzazione di 7 nodi di scambio: Ponte Mammolo, Villa Bonelli, Anagnina, Conca D'Oro, Annibaliano, Muratella) per potenziare l'intermodalità tra trasporto pubblico e mezzo privato.

Asservimento semaforico e corsie preferenziali

Saranno investiti 22 milioni per interventi in sostegno della priorità semaforica del mezzo pubblico e per 50 varchi per il controllo automatico dell'accesso alle corsie preferenziali.
L'asservimento semaforico con priorità per il mezzo pubblico andrà inserito lungo i percorsi tranviari, come l'8 o la via Prenestina. Per quanto concerne invece le corsie preferenziali, non basterà il controllo degli accessi bensì queste sedi riservate al TPL andranno anche protette adeguatamente.




Zone Traffico Limitato

Saranno infine investiti 6 milioni per l'estensione della ZTL, operazione inevitabile al fine di decongestionare il centro città.

Siamo soddisfatti della quantità di investimenti, soprattutto di quelli riguardanti la rete di superficie. Però ci preme ribadire che senza una adeguata pianificazione e realizzazione di metropolitane e linee tranviarie, delle quali non c'è traccia nel "Tavolo Roma", non si avrà mai una mobilità efficiente e sostenibile.
Sulla mobilità romana ci sarà ancora molto da lavorare...

Autore: @TplRoma, per Odissea QuotidianaStudente, appassionato di trasporti e utente della #linea90.

Commenti