Atac smentisce la stampa: nessun premio ai dirigenti nel 2017

Dura presa di posizione: Atac non paga premi di risultato ai dirigenti sin dal 2012 - Tre milioni di euro pagati a dirigenti e quadri di Atac per gli obiettivi raggiunti nel 2017. È questa la notizia comparsa su alcuni giornali ed ecco la risposta di Atac







Da Radio Colonna

Tre milioni di euro pagati a dirigenti e quadri di Atac per gli obiettivi raggiunti nel 2017. È questa la notizia comparsa su alcuni giornali – tra cui il Corriere della Sera – e che ha gettato l’ennesima luce fosca su un servizio pubblico allo sbando che trova il tempo e le risorse per dare generosi (e immotivati) bonus ai manager. Ma Atac ha smentito categoricamente la notizia ipotizzando la possibilità di presentare querele.

“Oggi due quotidiani hanno riportato la notizia che Atac pagherà ‘entro Natale’ e malgrado le performance aziendali definite “deludenti” premi per tre milioni a dirigenti e quadri. 

La notizia è totalmente falsa e gravemente diffamatoria, visto che viene associata all’importante accordo sindacale siglato ieri che aumenta significativamente la produttività aziendale, allo scopo evidente di creare un clima di riprovazione contro l’azienda, che da una parte fa lavorare di più i suoi dipendenti e dall’altra premia immeritatamente la sua classe dirigente. – spiega ATAC – Come più volte ribadito, 

Atac non paga premi di risultato ai dirigenti sin dal 2012 e non ne pagherà neanche quest’anno. 

Atac pubblica per ragioni di trasparenza sul proprio sito aziendale la cifra dell’Mbo (management by objectives ) teorico che spetterebbe al personale. Ma nella stessa documentazione è chiaramente indicato che l’Mbo effettivamente versato è zero. Purtroppo questa informazione, malgrado sia indicata con chiarezza, non viene riportata dai quotidiani. 

Ciò lascia ipotizzare la sussistenza di un comportamento doloso che Atac chiederà di valutare nelle sedi opportune.

Commenti