Incontro Comitato Pendolari - Candidati X Municipio

Non passa giorno che le partenze del trenino Roma-Lido, che collega Ostia a Piramide, passando per gli altri quartieri del municipio X, vengano riprogrammate. Sia durante l’amministrazione Pd di Marino che dalla Raggi erano state promesse frequenze, non mantenute, a 7 minuti: ad oggi, se tutto va bene, i treni passano ogni 10-15 minuti. E durante questa campagna elettorale nel X Municipio il Comitato Pendolari ha voluto dare la parola ai candidati.






Stralci da Repubblica


Non passa giorno che le partenze del trenino Roma-Lido, che collega Ostia a Piramide, passando per gli altri quartieri del municipio X, vengano riprogrammate. Sia durante l’amministrazione Pd di Marino che dalla Raggi erano state promesse frequenze, non mantenute, a 7 minuti: ad oggi, se tutto va bene, i treni passano ogni 10-15 minuti. E durante questa campagna elettorale nel X Municipio il Comitato Pendolari ha voluto dare la parola ai candidati.

Ieri pomeriggio il Comitato dei Pendolari della Roma-Lido ha organizzato un confronto tra i candidati: tutti i presenti — assente De Pillo (5s) e Casapound (non sarebbero stati invitati) — hanno promesso l’istituzione d’una consulta dedicata alla Roma-Lido, coi comitati al centro dell’azione.

Tra gli interventi, De Donno (Laboratorio Civico X), se eletto, penserà a come connettere le stazioni al territorio: palazzi e villini continuano a essere costruiti tra Axa, Infernetto e Casal Palocco, mentre i percorsi dei bus rimangono gli stessi e per spostarsi, ormai, l’unica soluzione è quella di utilizzare un mezzo proprio.

Lombardi (Noi del X) ragionerebbe sui treni notturni, per De Luca no al project financing di Ratp e sì a gare appaltate direttamente dalla Regione.

Commenti

Anonimo ha detto…
i candidati possono promettere mari e monti, ma la realtà è una sola: finchè non ci saremo tolti di mezzo la piaga dell'atac non cambierà NULLA.

Forse l'unica possibilità sarà organizzare una manifestazione dove si porteranno tutti i pendolari direttamente SOTTO IL PARLAMENTO per chiedere un servizio di trasporto degno di una utenza così ampia (oltre 300'000 persone considerato che viene utilizzato anche dagli abitanti di fiumicino e torvajanica)
Anonimo ha detto…
Bella fesseria ha detto De Luca su RATP... la Regione Lazio bandi non ne fa, passa di proroga in proroga, nell'unico interesse di Trenitalia e di chissà chi.
AndreA ha detto…
Perché CP non invitato? Curiosità non altro. Notevole che de pillo non ci fossw nella sua doppia veste di candidata e delegata sindaco
Franco ha detto…
Bisognerebbe dire a De Luca che il Projet financing RatpDEV era una sorta di capitolato per una gara di appalto, non un affido diretto. Bisognerebbe anche chiedergli che interesse abbiamo ad affidarlo direttamente ad atac, che al contrario di Re Mida riesce a trasformare in M**da tutto quello che tocca (roma lido, bike sharing).