I macchinisti non sono sabotatori

"Rimaniamo esterrefatti e restituiamo al mittente le assurde accuse mosse dal cronista de Il Messaggero nei confronti dei macchinisti della Linea A" - a parlare è il Sindacato SUL - "Così come sono confezionati, questi articoli non fanno altro che esasperare gli animi e armare i facinorosi" - E tu credi allo sciopero bianco?






Comunicato del Sindacato Sul

“Rimaniamo esterrefatti e restituiamo al mittente le assurde accuse mosse dal cronista de Il Messaggero nei confronti dei macchinisti della Linea A: non si possono lanciare tali invettive e, allo stesso tempo, non si possono scrivere articoli senza un avere un riscontro e senza pesare le parole; cosa che riteniamo necessaria, considerata la delicatezza dell’argomento nonché il momento storico in cui vivono i Lavoratori di Atac SpA e la cittadinanza”.

“È solo grazie all'attenzione messa dai macchinisti, e ugualmente dagli autisti, sull'efficienza sia dei treni che degli autobus, che ogni giorno viene garantita in sicurezza la mobilità agli utenti, nel rispetto delle leggi, delle normative e dei regolamenti. Sarà nostra cura difendere l’onorabilità del personale in prima linea, oggetto continuo di illazioni fuorvianti che alterano la realtà. Così come sono confezionati, questi articoli non fanno altro che esasperare gli animi e armare i facinorosi”. 

È quanto dichiara in una nota il Segretario Regionale dei SULCT Renzo Coppini

Commenti