Portando i libri in tribunale la Raggi vuole paralizzare l'azienda

Appena annunciato il Concordato Atac, sono iniziate le risposte politiche e la prima, quella del Senatore Stefano Pedica, non è delle più tenere: "Portando i libri in tribunale di fatto Raggi vuole paralizzare l'azienda". Poi la dichiarazione diventa cattiva.




Stefano Pedica del PD romano, in merito al concordato per Atac "Portando i libri in tribunale di fatto Raggi vuole paralizzare l'azienda di trasporto pubblico e bloccare i pagamenti alle aziende che vantano crediti. 

Bel modo di amministrare, sono tutti buoni a scaricare i problemi sugli altri. 


A pagare, tanto per cambiare, - aimè - saranno i cittadini, che vedranno tagli agli investimenti e nessuna manutenzione per gli autobus. 

Bloccare i pagamenti per 6 mesi presentando il concordato porterà a far chiudere altre aziende, quelle che vantano soldi dell'Atac e che non vedranno un euro grazie alla furbata di Raggi&co. 

Nei prossimi giorni ne vedremo delle belle, sia in Consiglio comunale che da parte dei creditori, che immagino non staranno zitti dopo questa scelta scellerata". 

Commenti