Roma TPL senza stipendi, saltano le corse in periferia

E' finito agosto ed una parte degli autisti della Roma TPL Scarl, non ha percepito lo stipendio di luglio. Ennesimo schiaffo ai lavoratori, ennesimo periodo estivo senza soldi, ennesima festa in bianco. Vi ricordate il blocco dei depositi? Bene, ci stiamo avvicinando a grandi passi alla replica ed 8 giorni non basteranno - Ore 15:05 versati stipendi ai 300 autisti delle consorziate, servizio in corso di normalizzazione



E' finito agosto ed una parte degli autisti della Roma TPL Scarl, non ha percepito lo stipendio di luglio. Una discriminazione inaccettabile!!!


Ennesimo schiaffo ai lavoratori, ennesimo periodo estivo senza soldi, ennesima festa in bianco. Vi ricordate il blocco dei depositi?  Quello che ha visto tutte le vetture ferme in deposito?
Bene, ci stiamo avvicinando a grandi passi alla replica ed 8 giorni non basteranno.

Nell'Italia "civile" le istituzioni e gli imprenditori non rispettano il codice civile, i prefetti non intervengono, gli utenti del servizio se la prendono sempre e solo con i lavoratori e le associazioni dei consumatori tutelano solo i passeggeri.
Le nostre famiglie non hanno gli stessi diritti delle altre? A Roma evidentemente no!!

Noi obbligati a non rispettare il codice della strada; noi che paghiamo i danni se causiamo un sinistro (anche se l'automobilista fa lo scemo e poi scappa); noi protestati perché le aziende non versano le quote della cessione del quinto; noi che ci paghiamo la previdenza complementare e le aziende non versano le quote; noi che non abbiamo più i buoni pasto, nonostante siano previsti per legge; noi che lavoriamo con vetture senza i requisiti minimi di sicurezza; noi licenziati perché abbiamo il coraggio di protestare;......

La lista delle linee a rischio
Già in fondo siamo solo dei lavoratori privati, siamo solo gli autisti "di periferia", siamo solo autisti di serie "c". che gli frega a quelli che non pagano il biglietto, che bivaccano sugli autobus, che salgono con carrozzine piene di rifiuti; già in fondo a chi frega se un padre, una madre, un figlio, viene aggredito perché tenta di far rispettare le regole?

Roma e' questa.  Una città simbolo del totale fallimento della privatizzazione e della politica.

Coraggio "romani", oggi tornate al lavoro, tra qualche giorno i vostri figli torneranno a scuola e noi, forse, al nostro posto a lavorare.

Forse....... Altrimenti tutti a piedi!!!



Autore @TreninoBlu, per Odissea Quotidiana@TreninoBlu riporta voci di pendolari che vorrebbero essere ascoltati. Racconto storie dalla #TerminiCentocelle. 

Commenti