Gli autobus No-Vax


Non sappiamo se sia reale - Atac dice che sono in fase di verifica - noi non abbiamo dubbi che questo fatto verrà amplificato ed utilizzato ancora una volta per colpire Atac e gli autisti, visto la bella aria che tira in questo periodo a Roma - Una nostra moderata opinione: Tutto questo putiferio per una tabella, ma ne vale la pena?


Cosa è successo? É successo che questa mattina su Facebook è comparso un post di un autista Atac (autodichiarato tale) che racconta che, mentre attendeva al capolinea di far partire ha esposto sul tabellone che di solito indica il numero del bus una scritta anti vaccini.

A prescindere da come la pensiamo sull'argomento immaginiamo che ci saranno due fronti di polemiche da una parte quella per l'uso indiscriminato del tabellone di un autobus per uso privato e dall'altra ovviamente quella pro o contro vaccini. Tanto a Roma non abbiamo altri problemi no?

L'autore del gesto dovrà essere certamente punito con un'adeguata sanzione disciplinare, ma è chiaro che questo episodio è solo una minuscola macchia del gran pasticcio che sono i trasporti di Roma. 

Reagiamo, sì, ma in maniera commisurata rispetto all'accaduto . Cerchiamo un attimo di parlare di problemi pratici, senza sollevare polveroni per ogni cosa che accade

Commenti

Anonimo ha detto…
Cerchiamo di parlare di problemi pratici, infatti. A mio avviso la tabellazione delle vetture andrebbe resa automatica.
Andrea romalido ha detto…
Confermo. Ma ormai tutto pare fare beoti per tirare addosso ad Atac.
Anonimo ha detto…
Sulle vetture Atac c'è un dispositivo chiamato SIGE, un computer di bordo programmato con tutte le corse che la vettura deve fare, non capisco perché non venga usato per gestire cosa compare sulle tabellazioni esterne, come invece avviene da tempo sulle vetture RomaTPL.