Una riflessione sullo sciopero di mercoledì: "O i ferrotranvieri sono la categoria più vessata in Italia, oppure sono un potentato che manda spesso segnali, ignorando che, visti da fuori, sono essi stessi parte del problema".

 

SARÀ  LIBERISMO O SPIRITO DI SOPRAVVIVENZA PENDOLARE?




Pensateci un momento: qual'è la categoria lavorativa che fa più  scioperi l'anno?  Delle due l'una. 

Per stare sempre a manifestare o i ferrotranvieri sono la categoria più vessata d'Italia oppure sono un potentato nazionale che continua mandare segnali per un settore in crisi ignorando che da fuori loro sono parte stessa del problema.

Poi uno si chiede perché c'è una scuola di pensiero che ritenendo il servizio pubblico e non il lavoratore (la costituzione pone tutti i lavoratori sullo stesso piano) spera di andare in gara tra competitori pubblici privati e misti. 

Basterebbe poco. Un sano contratto di servizio che fissa livelli di esercizio accompagnato da  un servizio di default per le aree a scarso interesse competitivo e certa gente sciopererebbe come gli altri solo due tre volte in occasione del rinnovo dei contratti.




Se ti è piaciuto questo post, restiamo in contatto, iscriviti alla Newsletter Il Treno dei Dannati.